Cosa sta facendo l’investitore americano David Blitzer con l’FC Augsburg?

Cosa sta facendo l’investitore americano David Blitzer con l’FC Augsburg?

Le cose sono generalmente piuttosto tranquille al FC Augsburg – ma l’ultima notizia ha poi causato interesse in tutto il paese nel mondo del calcio: con David Blitzer, un investitore dagli Stati Uniti si sta unendo al club, che gioca in Bundesliga. Anche gli investitori di private equity provenienti dalla Svizzera sono importanti sui mercati globali degli investimenti. Il grande mondo finanziario si fa così strada nell’ambiente di Augusta, finora caratterizzato soprattutto dalla calma e dalla coesione regionale. Ma cosa intende fare Blitzer con FCA e come potrebbero cambiare le strutture e gli approcci al club ora? Di seguito, troverete tutto quello che c’è da sapere sul botto nella Fuggerstadt.

L’azienda di Blitzer investe 5,5 milioni di euro

Il registro commerciale mostra che la Bolt Football Holdings ha investito 5,5 milioni di euro nel FC Augsburg. In cambio, l’azienda riceve il 45 per cento delle azioni che esistono intorno a FCA in una società per azioni scorporata. Dietro la Bolt Football Holdings c’è David Blitzer, che diventa così socio in affari di Klaus Hofmann, il presidente del club. Hofmann Investoren GmbH detiene il 99,4 per cento delle azioni di FC Augsburg GmbH und Co KGaA. Il reparto professionale del Fuggerstädter, che gioca nel massimo campionato tedesco da 10 anni – nonostante un budget per lo più piuttosto basso – è stato scorporato in questa società.La Bolt Football Holdings si è ora unita alla Hofmann’s GmbH come azionista. L’azienda statunitense detiene ora il 45 per cento di queste azioni, Hofmann stesso il 30,56 per cento. Il resto delle azioni è diviso tra l’azionista Thilo Sautter (4,07%) e Projekt Green GmbH (20,37%). Questi ultimi hanno ridotto le loro azioni per permettere a Blitzer e alla sua compagnia di entrare nel mercato. Due azionisti hanno lasciato completamente la società nel corso di questo: MAJA Vermögensverwaltungsgesellschaft e MHM Group.

Chi è David Blitzer?

Lo sfondo dell’accordo è che Blitzer e Hofmann si conoscono da circa 20 anni. Blitzer, cittadino americano, è cresciuto a Scotch Plains, New Jersey. Si è diplomato alla Scotch Plains-Fanwood High School nel 1987 e poi ha studiato all’Università della Pennsylvania. Si è laureato magna cum laude. Dopo la laurea, ha accettato una posizione con il Blackstone Group nel 1991 ed è diventato Senior Managing Director & Head of Tactical Opportunities nell’area metropolitana di Ney York City. In seguito è diventato un uomo d’affari di successo che ha rivelato un debole per lo sport.

Blitzer è co-proprietario di diversi club in vari sport. Nel calcio, ha quote di minoranza del Crystal Palace, un club di Premier League in Inghilterra. In Belgio, il club di prima divisione Waasland-Beveren è al 97 per cento di proprietà del gruppo Bolt dal settembre 2020. Ha anche partecipazioni in altri due club sportivi di due delle più grandi leghe del mondo: Il 52enne detiene azioni dei Philadelphia 76ers della lega di basket statunitense NBA e dei New Jersey Devils della lega di hockey su ghiaccio NHL negli Stati Uniti.

Cosa cambierà nel consiglio di sorveglianza di FCA?

Ci sono cambiamenti nel consiglio di sorveglianza della KGaA che circonda l’FC Augsburg dopo l’ingresso di Blitzer. Marcus Höfl, conosciuto come il manager di Franz Beckenbauer, lascia il consiglio di sorveglianza perché il suo gruppo MHM non ha più azioni. Lo stesso vale per Detlef Diesel, che se ne va con MAJA Vermögensverwaltungsgesellschaft. Tuttavia, le posizioni dei due membri del consiglio di sorveglianza non saranno occupate. A Blitzer non sarà dato un posto nel consiglio di sorveglianza o qualsiasi altro posto nell’azienda con sede ad Augsburg. Lo stesso vale per il gruppo Bolt, che in futuro sarà composto solo da tre persone: Il presidente Stefan Frederking, Thilo Sautter e Jan-Ingwer Callsen-Bracker, un ex professionista dell’FC Augsburg.

Perché Blitzer investe nel FC Augsburg?

Una domanda a cui solo Blitzer stesso può rispondere, ma non ha ancora commentato. Le sue intenzioni, tuttavia, sono abbastanza ovvie. Per l’imprenditore, l’investimento in FCA è una grande opportunità di giocare un ruolo nel calcio tedesco – che è generalmente molto difficile da raggiungere per gli investitori. Con il suo gruppo Bolt, coglie ogni opportunità per generare più importanza nello sport.

FCA è anche visto come un club ambizioso e attraente che ha attirato l’attenzione in passato con buoni affari e un posto sicuro in Bundesliga. Un buon investimento per il futuro. La sua amicizia con Hofmann dovrebbe avergli dato buone intuizioni sul club. L’ultima ragione per Blitzer potrebbe essere semplicemente il suo hobby di investire in vari club sportivi negli Stati Uniti e in Europa.

Cosa porta l’ingresso di Blitzer a FCA?

Per l’FC Augsburg, l’ingresso di Blitzer porta anche uno o due vantaggi. Soprattutto, i Fuggerstädter possono aspettarsi maggiori e nuove opportunità economiche che vanno di pari passo con un’azienda così attiva a livello globale. Una parola chiave qui è internazionalizzazione. Il marketing e la sponsorizzazione sul mercato americano è difficile per i piccoli club come FCA, ma Blitzer e la sua azienda apriranno le porte. Lo scambio di know-how con i club professionali nordamericani è anche un’opportunità per il club. Soprattutto negli Stati Uniti, FCA ha voluto far sentire la sua presenza per molto tempo. Un viaggio negli Stati Uniti è stato pianificato per l’estate del 2020 come parte dei preparativi. Tuttavia, è stato cancellato a causa della pandemia di Corona. In tempi finanziariamente difficili, l’accordo porta anche sicurezza a un club che deve sempre gestire bene. Il club ha superato la crisi di Corona senza aiuti statali, il che è notevole considerando i 35 milioni di euro di entrate perse. Nel frattempo, l’ingresso di Blitzer nel club non rappresenta un grande cambiamento, poiché l’equilibrio di potere rimane invariato. Questo è certamente un punto importante per il club, che è sinonimo di tradizione.

Source: Kicker 

Photo by hoch3media on Unsplash


Comments are closed.